Attività Fisica e Alimentazione

L'allenamento efficace è una delicata combinazione di diversi elementi, incluso il modo in cui alimentiamo il nostro corpo. L’alimentazione è una delle componenti più sottovalutate dell’allenamento ed è una sfida difficilissima a causa delle nostre tendenze naturali, della nostra educazione o delle abitudini alimentari esistenti.

 

Alla maggior parte degli atleti piace concentrarsi sui propri allenamenti, e vedere il miglioramento della performance con la crescita dell’intensità di questi ultimi, ma pochissimi pongono attenzione al legame diretto tra alimentazione e performance.

 

Mentre prepari il tuo piano di allenamento, prendi in considerazione i seguenti suggerimenti sull’alimentazione e vedrai un netto incremento delle tue performance.

 

 

 

  • Il tempismo è tutto

 

Devi essere consapevole dei momenti in cui hai la possibilità di alimentarti. Insieme alla combinazione di nutrienti, i tempi di assunzione sono fondamentali per massimizzarne la corretta l’assimilazione. Per questo motivo, pasti più piccoli e spuntini dovrebbero diventare parte integrante della tua routine quotidiana. Il backloading di calorie alla fine della giornata o periodi prolungati senza mangiare, influenzeranno negativamente i tuoi allenamenti. Sviluppa una routine alimentare che comprenda un'assunzione dei giusti nutrienti a intervalli regolari durante il giorno.

 

 

 

  • Usa il cibo “vero”

 

Con una serie di integratori, barrette, gel, polveri e compresse a disposizione, si potrebbe essere tentati di non usare il cibo reale. Gli integratori alimentari invece, dovrebbero essere usati solo per integrare l'assunzione di “cibo vero” e non sostituirlo. Gli integratori devono essere usati per renderci la vita più semplice e per reintegrare alcuni macronutrienti che sempre di più scarseggiano nel “cibo vero”.

 

Nell’arco della giornata, molto spesso, è più facile fare affidamento su prodotti confezionati invece che su opzioni più fresche e meno convenienti. Ma la regola fondamentale è utilizzare gli integratori non come fonte primaria ma per “reintegrare” nel momento del bisogno, come spiega in maniera esaustiva il loro nome.

 

 

 

  • Eliminare le “cattive abitudini”

 

Le “cattive abitudini” sono il maggior danno alla corretta alimentazione degli sportivi.

 

Siamo tutti influenzati dalle “cattive abitudini”, anche gli atleti più preparati. Siate consapevoli di quelle che sono le vostre “cattive abitudini” e affrontatele frontalmente, sia che si tratti di un bilanciamento sbagliato dei pasti sia che si tratti di tempi di assunzione non corretti, di carenze nutrizionali o di vizi personali come troppa caffeina, zucchero, dessert o patatine. Non lasciare che una cattiva abitudine vada a discapito di tutto il tuo duro lavoro e sacrificio che fai durante gli allenamenti.

 

 

 

  • L'equilibrio è la chiave

 

Quando si tratta di un piano nutrizionale per uno sportivo, una dieta equilibrata è sempre la più efficace. Vitamine e sostanze nutritive essenziali, frutta e verdura fresca, carboidrati, grassi e proteine sono tutti alimenti necessari sostenere gli allenamenti. Non lasciarti spostare troppo in nessuna direzione - lascia che il pendolo si assesti sempre su un approccio ragionevole e razionale.

 

 

 

  • Un buon rapporto con il cibo

 

Ricorda che un'alimentazione sana ha sempre due componenti: un cibo sano e una relazione sana con il cibo.

 

Devi avere entrambe per poter considerare la tua alimentazione sana.

 

Molto spesso gli atleti che mangiano cibi sani ma hanno una relazione malsana con il cibo non stanno bene perché la loro dieta tende a diventare troppo estrema, creando ansia e stress, molto più dannosi per l’allenamento di un’alimentazione meno “estrema”.