Alimentazione Pre-Allenamento

L’alimentazione pre-allenamento deve comprendere in maniera equilibrata tutti i macronutrienti, facendo attenzione all’assunzione dei carboidrati a basso indice glicemico, più adatti in quanto rilasciano energia più lentamente e per un periodo più lungo.

Infatti, l’aumento di insulina arresta la combustione del grasso che avviene, sia durante gli allenamenti aerobici, sia durante gli allenamenti muscolari.

È per questo motivo che i carboidrati si dividono in favorevoli e sfavorevoli, in base al loro carico glicemico. Appartengono per esempio ai carboidrati favorevoli quasi tutte le verdure, tranne patate e carote, quasi tutti i frutti tranne le banane ed i cereali integrali.

Sono invece sfavorevoli tutte le verdure e la frutta che rappresentano eccezione per la lista precedente, il pane, la pasta, il riso ed i farinacei in genere.

Appartenere alla lista dei carboidrati sfavorevoli significa che questi vanno assunti con moderazione, perché un loro eccesso potrebbe avere pesanti ripercussioni sulla produzione insulinica.

Potremmo dunque ipotizzare di assumere, a distanza di mezz’ora/un’ora prima della seduta, uno spuntino a base di frutta e/o cereali integrali che apporti in tal modo 30-50 grammi di carboidrati a basso indice glicemico.

Se a questo aggiungiamo una piccola quantità di lipidi e amminoacidi, otteniamo un notevole abbassamento dell’indice glicemico del pasto, garantendo così maggior stabilità alla glicemia.

In questo caso, dato il maggior tempo necessario alla digestione, è opportuno però mantenere una distanza temporale di quarantacinque minuti/un’ora e trenta dalla seduta

L’ideale, per composizione e praticità è l’assunzione di una barretta proteica al 27%/30%