Dolce

Prodotto Novità

Zafferini bio

biscotti con zafferano

Acquista
€2,73anzichè €3,90
30% di sconto
Condividi su:
categoria:

Zafferini bio sono deliziosi biscotti arricchiti dalla presenza dello zafferano, da sempre noto come la spezia del buon umore. La presenza dello zafferano regala al prodotto un gusto unico e raffinato.
100% vegetali, senza olio di palma e senza lievito, sono un valido aiuto per chi vuole alimentarsi in modo sano e mantenersi in forma. Ideali a colazione e a merenda, sono un’alternativa semplice e completa da consumare in qualsiasi momento della giornata.


Logo AB Prod

logo Vegan

... non solo bio

• prodotto Vegetale
• senza Olio di Palma
• senza Lievito
• senza Lattosio
• senza Uova


Prodotto in Italia  |  Confezione da 200 g


Matt ti aiuta a riciclare

Confezione: POLIPROPILENE (PP5)
Verifica le disposizioni del tuo Comune


Farina di GRANO tenero tipo “0”* (46,2%), farina di riso*, margarina vegetale* (olio di cocco raffinato*, olio di girasole raffinato*, emulsionante: lecitina di girasole, correttore di acidità: acido citrico),zucchero di canna*, bevanda a base di riso in polvere* [acqua, sfarinato di riso* (20%)], zafferano in polvere* (0,002%).
* da agricoltura biologica

Può contenere tracce di AVENA, FARRO, KAMUT, ORZO, SESAMO e SOIA.

Informazioni nutrizionali per 100 g per biscotto da 8 g circa
Energia 2038 kJ/486 kcal 163 kJ/39 kcal
Grassi 21 g 1,7 g
  di cui acidi grassi saturi 16 g 1,3 g
Carboidrati 67 g 5,4 g
  di cui zuccheri 21 g 1,7 g
Fibre 1,2 g <0,5 g
Proteine 6,6 g 0,5 g
Sale 0,13 g 0,01 g

La confezione contiene circa 25 biscotti.

Conservare in luogo fresco, asciutto e al riparo dalla luce.

ZAFFERANO:

Crocus sativus L. - pianta della famiglia delle Iridaceae, coltivata in Asia minore e in molti paesi del bacino del Mediterraneo. Dallo stimma dei suoi fiori si ricava la nota spezia zafferano utilizzata in tutto il mondo per la preparazione di numerose ricette. Lo zafferano svolge una funzione digestiva, favorisce il normale tono dell'umore e contrasta i disturbi del ciclo mestruale.

INTOLLERANZA ALIMENTARE:

L’intolleranza alimentare può provocare sintomi simili all’allergia (tra cui nausea, diarrea e crampi allo stomaco), ma la reazione non coinvolge nello stesso modo il sistema immunitario. L’intolleranza alimentare si manifesta quando il corpo non riesce a digerire correttamente un alimento o un componente alimentare. Mentre i soggetti veramente allergici devono in genere eliminare del tutto il cibo incriminato, le persone che hanno un’intolleranza possono spesso sopportare piccole quantità dell’alimento o del componente in questione senza sviluppare sintomi. Fanno eccezione gli individui sensibili al glutine e al solfito.

INTOLLERANZA AL LATTOSIO:

L’intolleranza al lattosio è una condizione in cui il consumo di latte e latticini provoca una reazione non allergica che si manifesta con disturbi gastrointestinali come gonfiore, dolore crampiforme e saltuaria diarrea. Il lattosio è il carboidrato contenuto nel latte. Normalmente, l’enzima chiamato lattasi, presente nell’intestino tenue, scompone il lattosio in zuccheri più semplici (glucosio e galattosio) che entrano poi in circolo nel sangue. Quando l’attività enzimatica è ridotta, il lattosio non viene scomposto e viene trasportato nell’intestino crasso dove viene fermentato dai batteri presenti in quella parte del corpo. La quantità di latte e latticini tale da determinare sintomi di intolleranza è molto variabile. Molti soggetti che hanno una ridotta attività intestinale della lattasi possono bere un bicchiere di latte senza alcun problema. Analogamente, i formaggi stagionati, che hanno un basso contenuto di lattosio, e i prodotti a base di latte fermentato, come lo yogurt, sono in genere ben tollerati. Inoltre, l’introduzione costante di cibi contenenti lattosio nell’ambito dei pasti induce un progressivo adattamento e la riduzione della quantità totale di lattosio ingerita in un solo pasto può migliorare la tolleranza negli individui sensibili.

LATTOSIO:

È un carboidrato contenuto nel latte ed è costituito da due monosaccaridi, il glucosio e il galattosio. Il lattosio rappresenta il 98% degli zuccheri presenti nel latte.
Oltre che nel latte può essere anche contenuto nei suoi derivati (formaggi e yogurt).