Divisione Pharma

Fitosteroli Riso rosso

colesterolo

Acquista
€10,15anzichè €14,50
30% di sconto
Condividi su:
categoria:

Alimentazione scorretta, ricca di cibi grassi e sedentarietà, oltre a fattori genetici, possono causare alterazioni del metabolismo lipidico ed elevare i livelli di colesterolo. I Fitosteroli e la Monacolina K del Riso rosso contribuiscono al mantenimento di livelli normali di colesterolo nel sangue. Il prodotto non è destinato alle persone che non hanno necessità di controllarne i valori.

Ogni compressa contiene 500 mg di Fitosteroli e 170 mg di Riso rosso

Confezione da 40 compresse in blister

Modalita' d'uso
Si consiglia l'assunzione di 2 compresse al giorno subito dopo il pasto principale con un bicchiere d'acqua. 


Prodotto in Italia  |  Confezione da 40 g


Matt ti aiuta a riciclare

Scatola e foglietto: CARTA

Blister: INDIFFERENZIATA

Verifica le disposizioni del tuo Comune


Fitosteroli; agente di carica: cellulosa microcristallina; Riso Rosso fermentato da Monascus purpureus tit. al 3% in monacolina K; agente di carica: carbossimetilcellulosa sodica reticolata; agenti antiagglomeranti: biossido di silicio, sali di magnesio degli acidi grassi; agenti di rivestimento: idrossipropilmetilcellulosa, talco, polietilenglicole; coloranti: biossido di titanio, ossidi di ferro e idrossidi di ferro.

Contenuti medi per dose (2 cpr)
Fitosteroli 1000 mg
Riso rosso tit. 3% in monacolina K 340 mg
Apporto in monacolina K 10 mg

Conservare in luogo fresco e asciutto. Il termine minimo di conservazione si riferisce al prodotto correttamente conservato, in confezione integra. Non superare la dose giornaliera consigliata. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni. Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata, equilibrata e di un sano stile di vita. Per l'uso del prodotto si consiglia di sentire il parere del medico.
Non usare in gravidanza, durante l'allattamento, nei bambini al di sotto dei 5 anni e in caso di terapia con farmaci ipolipidemizzanti. Il consumo massimo di fitosteroli aggiunti non deve superare i 3 g al giorno. Durante l'assunzione del prodotto si raccomanda di assumere regolarmente frutta e verdure in modo da contribuire a mantenere i livelli di carotenoidi. L'effetto benefico sul colesterolo si ottiene con l'assunzione giornaliera di 10 mg di monacolina K da preparazioni di Riso rosso fermentato e con l'assunzione di almeno 0,8 g di Fitosteroli.

RISO ROSSO FERMENTATO:

Il riso rosso fermentato è ottenuto dalla fermentazione del comune riso da cucina (Oryza sativa), ad opera di un particolare lievito, chiamato Monascus purpureus o lievito rosso. Questo riso, che deve il suo nome alla caratteristica colorazione, rappresenta un componente tradizionale della fitoterapia cinese ma è molto conosciuto anche in occidente per le preziose virtù ipolipidemizzanti. L’enorme interesse scientifico ed economico che circonda il riso rosso è legato alla presenza di Monascus purpureus; durante la sua attività fermentatrice, questo lievito si arricchisce infatti di un gruppo di sostanze, denominate monacoline, a cui è stata scientificamente attribuita una spiccata attività ipocolesterolemizzante.
La monacolina K del riso rosso contribuisce, infatti, al mantenimento di livelli normali di colesterolo nel sangue.

FITOSTEROLI O STEROLI VEGETALI:

I fitosteroli sono molecole di natura sterolica presenti nelle piante; fanno, infatti, parte delle membrane delle cellule dei vegetali. La struttura dei fitosteroli è simile a quella degli steroli animali, cioè a quella del colesterolo, con il quale sono in competizione per l’assorbimento nell’organismo.Numerose evidenze scientifiche e cliniche hanno dimostrato che i fitosteroli esercitano una significativa azione ipocolesterolemizzante; sono in grado cioè, di abbassare i livelli di colesterolo nel sangue. I fitosteroli sono naturalmente presenti nei vegetali ma non in quantità tali da poter dare tale effetto competitivo con il colesterolo. Essi possono essere aggiunti, in forma concentrata a bevande o margarine vegetali, a latte o yogurt. Si ritrovano in ottime quantità negli oli vegetali, nella frutta a guscio e nei cereali. 

COLESTEROLO:

Il colesterolo è una sostanza bianca e cerosa. È essenziale per la vita. Nel nostro organismo è un po’ ovunque, soprattutto nel cervello, nel surrene, nella bile e nel sangue, e partecipa ad importanti processi vitali. E’ un elemento di base della membrana cellulare, è un precursore della vitamina D, della guaina mielinica che ricopre le fibre nervose e degli ormoni steroidei. Viaggia nel sangue grazie a due lipoproteine (complessi costituiti da proteine e grassi): l’LDL e l’HDL. L’LDL detto “colesterolo cattivo” trasporta dal 60% all’80% del colesterolo totale. Ha un’elevata affinità con l’endotelio (il tessuto più interno a contatto diretto col sangue) dei vasi arteriosi a cui cede colesterolo, che può creare delle concrezioni che possono provocare arteriosclerosi, infarti, ictus. Nel sangue circola anche l’HDL, detto “colesterolo buono”, che ha la funzione di raccogliere il colesterolo libero, di riportarlo al fegato dove viene poi metabolizzato.

GRASSI:

Vedi Lipidi

GRASSI SATURI:

Vedi Acidi grassi saturi

GRASSI POLINSATURI:

Vedi Acidi grassi polinsaturi

GRASSI MONOINSATURI:

Vedi Acidi grassi monoinsaturi

IPERCOLESTEROLEMIA:

Per ipercolesterolemia si intende un eccesso di colesterolo nel sangue, i cui livelli massimi dovrebbero essere compresi nel valore totale di 125-200 mg/100 ml di siero di sangue con una frazione HDL (High Density Lipoprotein, o colesterolo buono) di 35-55 mg/100 ml. La frazione più pericolosa è la restante, detta LDL (Low Density Lipoprotein comunemente definito “colesterolo cattivo), più vischiosa all’interno delle arterie. L’ipercolesterolemia è ritenuta uno dei fattori maggiormente responsabili dell’insorgenza dell’arteriosclerosi coronarica, da cui dipendono l’angina pectoris e l’infarto del miocardio, e delle encefalopatie vascolari.

IPERLIPIDEMIA:

E’ la presenza nel sangue, a digiuno, di una concentrazione di lipidi superiore ai valori standard dell’adulto. Sia il colesterolo che i trigliceridi sono dei grassi, il vocabolo può definire un aumento dei livelli ematici di uno o di entrambi.

MONACOLINA K:

Vedi Riso rosso fermentato