Divisione Pharma

Fermenti Lattici flaconcini

equilibrio della flora batterica intestinale

Acquista
€8,75anzichè €12,50
30% di sconto
Condividi su:
categoria:

4 MILIARDI DI CELLULE VIVE per flaconcino
con Vitamine del gruppo B e Zinco

per adulti e bambini

I Fermenti Lattici sono utili per favorire l'equilibrio della flora batterica intestinale anche in corso di terapie con antibiotici o in presenza di disordini alimentari.  Fermenti Lattici è un integratore utile per colmare le carenze alimentari o gli aumentati fabbisogni di tali nutrienti ed è in pratici flaconcini con tappo dosatore.

Ogni flaconcino contiene 4 miliardi di fermenti lattici vivi, vitamine del gruppo B e zinco

12 flaconcini | 1 al giorno

Modalita' d'uso
Si consiglia di assumere 1 flaconcino al giorno. La dose può essere aumentata a 2 flaconcini nei periodi di maggiore bisogno legati a particolari circostanze (ad esempio a seguito di terapie antibiotiche).
1. Avvitare il tappo del flacone in senso orario fino alla fine della corsa
2. Agitare bene fino a completa dissoluzione della polvere nel flaconcino
3. Svitare il tappo, che deve risultare come da figura riportata sulla confezione, ed assumere il contenuto del flaconcino 


Prodotto in Italia  |  Confezione da 84 ml


Matt ti aiuta a riciclare

Scatola e foglietto: CARTA

Flaconcino: PLASTICA

Verifica le disposizioni del tuo Comune


TAPPO: miscela di Fermenti Lattici vivi: Lactobacillus acidophilus LA14 ATCC SD5212, Lactobacillus paracasei BGP2 DSM 16799 - LATTE e prodotti derivati dal LATTE); maltodestrine, Vitamina B6 (piridossina cloridrato), Vitamina B1 (tiamina nitrato), Vitamina B2 (riboflavina), Vitamina B12 (cianocobalamina), agenti antiagglomeranti: sali di magnesio degli acidi grassi, biossido di silicio (nano).
FLACONCINO: acqua, fruttosio, maltodestrine, frutto-oligosaccaridi, Zinco gluconato, conservanti: sorbato di potassio, benzoato di sodio; aroma, acidificante: acido citrico. 

Contenuti medi per dose massima (2 flc) %VNR**
Fermenti lattici totali (Cellule vive)* 8 mld UFC    
  di cui L. acidophilus 7 mld UFC    
  di cui L. paracasei 1 mld UFC   
Vitamina B1 4,2 mg 382
Vitamina B2 4,8 mg 343
Vitamina B6 6 mg 428
Vitamina B12 5 mcg 200
Zinco 8 mg 80 
FOS  400 mg    

*il contenuto in cellule vive si riferisce al prodotto correttamente conservato

**VNR: Valori Nutritivi di Riferimento

Il prodotto contiene fermenti lattici vivi, sensibili al calore: si raccomanda quindi di evitare l'esposizione a fonti di calore o a sbalzi termici, di conservarlo al riparo dalla luce e, preferibilmente, a temperatura inferiore a 25°C. Il termine minimo di conservazione si riferisce al prodotto correttamente conservato, in confezione integra. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni. Non superare la dose giornaliera consigliata. Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata, equilibrata e di un sano stile di vita. 

FERMENTI LATTICI:

Sono denominati batteri lattici (impropriamente detti fermenti lattici) tutti quei batteri che sono in grado di metabolizzare il lattosio trasformandolo in acido lattico ed altre sostanze. Alcuni di questi batteri del genere Lactobacillus e Bifidobacterium si trovano abitualmente in un numero variabile nelle pareti del nostro intestino dove colonizzano (si riproducono) e svolgono un’azione probiotica.
In commercio possiamo trovare le seguenti tipologie di fermenti lattici:
Fermenti lattici vivi
Sono dei batteri vivi che per esplicare la loro funzione, devono arrivare indenni all’intestino attraverso la barriera gastrica. Una volta giunti a destinazione colonizzano l’intestino (si riproducono) svolgendo la loro funzione probiotica.
Spore
Le spore sono le forme inattive dei batteri lattici che per riattivarsi e riprodursi hanno bisogno di tempo e determinate condizioni di pH e temperatura. La spore essendo inattive sono più resistenti rispetto i fermenti lattici vivi (forma attiva) nel passaggio della barriera gastrica fino a giungere all’intestino dove alle giuste condizioni si attivano e si riproducono.
Fermenti Lattici Tindalizzati (non vitali)
I fermenti lattici tindalizzati sono dei batteri che sono stati sottoposti a un particolare trattamento termico (30 minuti a 56°C) per renderli non vitali senza tuttavia danneggiare o distruggere i loro componenti. Non essendo più in vita, i batteri passano indenni la barriera gastrica raggiungendo l’intestino dove aderiscono alla parete intestinale stimolando la crescita della flora batterica già presente e prevenendo l’adesione dei batteri putrefattivi alle pareti intestinali.

FLORA BATTERICA INTESTINALE:

Il nostro apparato digerente, ed in modo particolare l’intestino, è colonizzato da moltissimi microrganismi che, nel loro insieme, costituiscono la flora batterica. La flora batterica intestinale è costituita da circa 400 specie diverse fra batteri, lieviti, funghi, virus e protozoi. La flora batterica è quantitativamente poco presente nello stomaco, per via del pH molto acido (solo 1000 batteri per grammo di contenuto), mentre aumenta man mano che si procede nell’intestino tenue (10 milioni per g di contenuto) e poi nell’intestino crasso dove raggiunge i 100-1000 milioni per grammo di contenuto. Anche la composizione qualitativa cambia a seconda del tratto gastro-intestinale: nello stomaco e nel primo tratto dell’intestino tenue, grazie alla maggiore presenza di aria la flora batterica è prevalentemente aerobia (necessita di aria per vivere), mentre man mano che si procede verso l’intestino crasso la flora batterica anaerobia (non necessita di aria per vivere) aumenta sempre di più fino a diventare prevalente. La flora batterica intestinale è una vera e propria barriera microbico-enzimatica in grado sia di proteggere l’organismo dall’attacco di eventuali microrganismi nocivi, sia di scomporre gli elementi di transito in parti sempre più piccole così da rendere disponibili fattori vitali come vitamine, sali minerali ed altri micronutrienti, mantenendo sana ed efficace la mucosa intestinale.

EQUILIBRIO INTESTINALE:

Il nostro intestino è popolato da miliardi di batteri che svolgono diverse funzioni per il benessere del nostro organismo (funzione digestiva, funzione protettiva ecc) mantenendone un giusto equilibrio. L’alterazione dei suddetti microrganismi (flora intestinale) può causare uno squilibrio intestinale compromettendo la corretta funzionalità dell’intestino (possono manifestarsi disturbi quali meteorismo, diarrea, gonfiori addominali ecc.).

LACTOBACILLI:

Vedi Fermenti lattici.

VITAMINA B1:

Vedi Tiamina

VITAMINA B2:

Vedi Riboflavina

VITAMINA B6:

Il termine di vitamina B6 raggruppa una serie di composti convertibili metabolicamente fra di loro, quali la piridossina, il piridossale e la piridossamina. Essa è prevalentemente coinvolta nel metabolismo degli aminoacidi e del glicogeno, nella sintesi di acidi nucleici, emoglobina e neurotrasmettitori. Una carenza di vitamina B6 comporta screpolatura delle labbra, infiammazione della lingua, stomatiti, anemia, irritabilità, stato confusionale, depressione. In natura è presente sia nei vegetali che negli alimenti di origine animale, tra cui: carne, pesce, uova, frutti diversi dagli agrumi. La vitamina B6 contribuisce al normale metabolismo energetico, alla normale sintesi della cisteina, al normale funzionamento del sistema nervoso, al normale metabolismo dell'omocisteina, al normale metabolismo delle proteine e del glicogeno, alla normale funzione psicologica, alla normale formazione dei globuli rossi, alla normale funzione del sistema immunitario, alla riduzione della stanchezza e dell'affaticamento e alla regolazione dell'attività ormonale.

VITAMINA B12:

Con il nome di vitamina B12 si intende un gruppo di sostanze chiamate cobalamine le cui principali sono cianocobalamina, idrossicobalamina, metilcobalamina e 5-metildesossiadenosilcobalamina. Essa è necessaria per la sintesi dei globuli rossi, per cui una delle conseguenze in casi di carenza è l’anemia, inoltre, fa parte di un coenzima coinvolto nel metabolismo e nella sintesi degli acidi nucleici (DNA e RNA). Affinché venga assorbita, è indispensabile la presenza di una sostanza chiamata “fattore intrinseco” che viene sintetizzato nello stomaco. Una carenza di vitamina B12 si può manifestare nei soggetti vegetariani o in caso di gravidanza ed allattamento, con rischio di gravi anomalie neurologiche nel nascituro. La vitamina B12 è presente esclusivamente negli alimenti di origine animale (tuorlo d'uovo, molluschi, ostriche, sardine, salmone) e fra questi il fegato, il cervello e i reni sono quelli in assoluto più ricchi.
La vitamina B12 contribuisce al normale metabolismo energetico, al normale funzionamento del sistema nervoso, al normale metabolismo dell'omocisteina, alla normale funzione psicologica, alla normale formazione dei globuli rossi, alla normale funzione del sistema immunitario, alla riduzione della stanchezza e dell'affaticamento e interviene nel processo di divisione delle cellule.

ZINCO - Zn:

Lo zinco è un metallo essenziale per la nutrizione umana in quanto svolge molteplici ruoli biologici. Una carenza di zinco può determinare disfunzioni immunitarie, perdita di peso, rallentamento della guarigione delle ferite, aumentato rischio di aborto, disfunzioni della pelle ecc.
Gli alimenti nei quali lo zinco è maggiormente presente sono: carne di manzo, agnello e maiale, germe di grano, lievito di birra, uova, semi di zucca e senape. Lo zinco
contribuisce al metabolismo acido-base, al metabolismo dei carboidrati, alla funzione cognitiva, alla sintesi del DNA, alla normale fertilità e riproduzione, al normale metabolismo dei macronutrienti, degli acidi grassi e della vitamina A, alla normale sintesi proteica, al mantenimento di ossa, capelli, unghie e pelle sane, al mantenimento di normali livelli di testosterone nel sangue, al mantenimento della capacità visiva normale, alla normale funzione del sistema immunitario, alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo e interviene nel processo di divisione delle cellule.

FRUTTOLIGOSACCARIDI - FOS:

Sono dei carboidrati complessi, ovvero zuccheri naturali in forma di amidi, presenti in diverse specie di vegetali, dove svolgono il ruolo di riserva energetica. Fanno parte della fibra alimentare, molto importante nell’alimentazione umana e animale. Per i loro effetti “prebiotici”, promuovono la salute del nostro intestino.