I benefici di Valeriana e Biancospino

L’insonnia è un evento molto diffuso fra la popolazione, e tra coloro che soffrono di questa patologia abbiamo persone che hanno difficoltà ad addormentarsi e persone che hanno difficoltà a mantenere il riposo notturno.
Questo sintomo comporta un insufficiente sonno oppure una qualità inadeguata.
L’insonnia è tendenzialmente un disturbo temporaneo e legato a un disagio di natura psicofisica, può colpire qualsiasi persona e ha una durata variabile.

La possiamo suddividere in diversi tipi:
– episodi sporadici, dovuti a stati ansiosi passeggeri;
– episodi cronici, che diventano con l’andar del tempo invalidanti poiché influenzano negativamente il benessere psicofisico e la qualità di vita di colui che ne soffre.

Ma quando può manifestarsi?
– nell’infanzia: sono disturbi del sonno legati alla difficoltà ad addormentarsi;
– nell’adolescenza: si manifesta in seguito ai cambiamenti ormonali;
– nell’adulto: insorge a causa di preoccupazioni e tensioni nervose;
– negli anziani: è legata ad alterazioni neurologiche ed emozionali;

Si differenzia in:
– primaria, non legata a nessun evento;
– secondaria, legata ad un’alterazione psicofisica.

Coloro che ne soffrono, sviluppano risvegli frequenti che possono essere ricondotti all’insorgenza di patologie cardiovascolari e alterazione del metabolismo dei macronutrienti (soprattutto carboidrati) e abbassamento delle difese immunitarie. Altri effetti dell’insonnia sono palpitazioni, ansia, dolori addominali e dolori osteoarticolari al risveglio.
Un utile aiuto per ridurre questi episodi può essere l’assunzione di prodotti fitoterapici.
La Valeriana, ad esempio, è un’erba medicinale che può essere utilizzata contro l’insonnia: già gli antichi romani ne facevano ampio uso ed è utile anche per combattere nervosismo e ansia. I suoi effetti sull’organismo sono legati ad un mix di composti che agiscono come sedativi naturali (flavonoidi, alcaloidi e oli essenziali). La Valeriana Officinalis è usata comunemente per l’azione sedativa contro l’ansia e l’alterazione del sonno: infatti, contiene sostanze ipnoinducenti che favoriscono il riposo notturno e rilassanti, che agiscono sulla riduzione del tempo di addormentamento e migliorano il riposo.
La seconda erba utile in caso di stati d’ansia e per prevenire l’insonnia è il Biancospino, anch’essa ricca di sostante antiossidanti e favorisce la regolare funzionalità dell’apparato cardiovascolare. Grazie all’azione dei tannini, favorisce un effetto rilassante aumentando la sensazione di benessere.

Prodotti correlati

3 piumini daunex

Torna su